It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Nasa intitolerà a Nancy Grace Roman il nuovo telescopio WFirst

Primo astronomo donna a capo della Nasa, "madre" di Hubble- 2 VIDEO

La Nasa, l'agenzia spaziale statunitense, ha intitolato il suo telescopio spaziale di prossima generazione attualmente in fase di sviluppo, il Wide Field Infrared Survey Telescope (WFirst), a Nancy Grace Roman, il primo astronomo donna a capo della Nasa, ovvero colei che spianò la strada ai telescopi spaziali focalizzati sull'universo più ampio. Il neo-nominato "Nancy Grace Roman Space Telescope" -o più in breve "Roman Space Telescope"- verrà lanciato a metà degli anni '20 del 2000. Investigherà i misteri astronomici di lunga data, come l'energia oscura che occuperebbe il 70% dell'universo e la cui esistenza è stata ipotizzata per spiegare l'espansione dell'universo, e cercherà pianeti distanti oltre il nostro sistema solare.  

Considerata la "madre" del telescopio spaziale Hubble della Nasa lanciato 30 anni fa, la Roman sostenne instancabilmente lo sviluppo di nuovi strumenti che avrebbero permesso agli scienziati di studiare l'universo dallo spazio più profondo. Quando morì, nel 2018, lasciò alla comunità scientifica  internazionale un'enorme eredità , scrive l'agenzia americana. "È grazie alla leadership e alla visione di Nancy Grace Roman che la Nasa è divenuta pioniera nell'astrofisica e ha lanciato Hubble, il telescopio spaziale più potente e produttivo al mondo", ha dichiarato l'attuale amministratore dell'agenzia Jim Bridenstine, il quale ha aggiunto: "Non riesco a pensare ad un nome migliore per WFirst, che sarà il successore dei telescopi Hubble e Webb".

L'ex-senatore Barbara Mikulski, che ha lavorato alla Nasa sui telescopi spaziali Hubble e WFirst, ha sottolineato: "È giusto che mentre celebriamo il 100° anniversario del suffragio femminile, la Nasa abbia dedicato il nuovo telescopio a Nancy Roman. Un riconoscimento meritato, che pone l'accento sulle incredibili conquiste delle donne nella scienza, e ci avvicina ancora di più a figure nascoste e a galassie lontane".

Lo strumento grandangolare da 300 megapixel del "Roman Space Telescope", che ha uno specchio primario del diametro di 2,4 metri,  visualizzerà un'area del cielo 100 volte più grande di quella visualizzata da Hubble. Ciò significa che una singola immagine del nuovo telescopio spaziale conterrà nel dettaglio l'equivalente di 100 immagini di Hubble.  

Nel primo video in basso, la Nasa spiega il nuovo telescopio. Il secondo video spiega la figura di Nancy Roman spiega Hubble.






SaM - 1229705

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar