Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Francia disciplina uso aerei droni della polizia

Il consiglio costituzionale vara un quadro normativo sulla privacy

Il consiglio costituzionale ha regolamentato nelle scorse ore l'utilizzo di aerei droni da parte delle forze di sicurezza, così come quello di telecamere e di dispositivi per la cattura di immagini e video montati a bordo degli aeromobili a pilotaggio remoto. Si tratta di una decisione che dopo anni è riuscita a rielaborare la legislazione vigente, trovando un equilibrio accettabile tra sicurezza, difesa e privacy.

"Le immagini registrate sono cancellate entro un periodo che non può superare le 48 ore dalla fine dell'utilizzo del dispositivo. Tranne nel caso della trasmissione, entro questo periodo, di un rapporto all'autorità giudiziaria. Inoltre questi dispositivi aerei non possono essere interconnessi o collegati automaticamente con altri sistemi di trattamento dei dati personali", ha affermato il consiglio costituzionale a proposito di droni. 

I giudici hanno inquadrato dal punto di vista normativo la nozione di "emergenza" (senza autorizzazione preventiva del prefetto) quando si tratta di utilizzare i droni nelle operazioni della polizia nazionale e della gendarmeria. Inoltre sono intervenuti a seguito della richiesta, avanzata a maggio 2021, di censurare le telecamere della galleria di Montpensier, nel centro di Parigi, considerata una violazione sproporzionata delle libertà pubbliche.

Adesso il consiglio costituzionale ha stabilito che l'utilizzo di immagini e filmati a fini di sicurezza non potrà più essere riconosciuto alla polizia municipale, non essendo sottoposto il loro uso "all'autorizzazione del prefetto". Inoltre i giudizi hanno affermato che occorre moderarne l'uso per rispettare maggiormente la privacy. 

Gic - 1241734

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili