Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aeroporto di Genova: al via lavori ampliamento

Investimento di 20 milioni di Euro

Nel rispetto del cronoprogramma, si avviano i lavori di ampliamento del terminal passeggeri dell’aeroporto di Genova. Il progetto definitivo, già approvato dall’Enac (Ente nazionale aviazione civile) nell’estate dello scorso anno, prevede la realizzazione di un nuovo fabbricato di circa 5500 metri quadri, su tre livelli, ed il restyling dell’edificio esistente concentrato in particolare sull’area accettazione ed imbarchi. I lavori saranno completati entro due anni. 

Durante i lavori l’aeroporto continuerà a operare regolarmente, garantendo la funzionalità dello scalo con disagi ridotti al minimo per i passeggeri. Le nuove aree saranno progressivamente rilasciate a mano a mano che saranno completate. Il nuovo fabbricato di 5500 metri quadri sarà completato in prima fase in circa un anno, offrendo ai passeggeri in partenza dal “Cristoforo Colombo” un’esperienza completamente rinnovata grazie al raddoppio dei varchi dei controlli di sicurezza e all’apertura di nuove zone commerciali e di ristorazione. Il nuovo terminal sarà più luminoso, grazie ad ampie vetrate affacciate sul mare, e sarà caratterizzato da soffitti più alti e percorsi più agevoli. Sia in fase di progettazione sia in fase di selezione della ditta realizzatrice sono stati indicati requisiti di compatibilità e sostenibilità quale l’utilizzo di materiali di riciclo, rinnovabili e di provenienza entro 150 chilometri, al fine di ridurre l’impatto ambientale della costruzione. 

A realizzare i lavori sarà l’Ati (associazione temporanea di imprese) tra il consorzio Integra e Ceisis. Entrambe le imprese esecutrici sono genovesi. I progettisti incaricati dello sviluppo del livello esecutivo sono Steam, VMV Ingegneria e Studio Gnudi (anche quest’ultimo basato a Genova). Il progetto definitivo dell’ampliamento è stato realizzato dallo studio di architettura e ingegneria One Works. Il rinnovamento dell’aeroporto ha già visto la realizzazione del nuovo impianto di controllo e smistamento bagagli, entrato in funzione a inizio anno. La nuova infrastruttura potrà inoltre beneficiare del futuro collegamento intermodale aeroporto-ferrovia-Erzelli. 

La spesa complessiva per l’ampliamento e ammodernamento dell’aerostazione del “Cristoforo Colombo” sarà di circa 20 milioni di Euro. Di questi, 11,3 milioni sono stati stanziati dall’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale nel quadro del Programma straordinario d’Investimenti. Altri 5 milioni sono stati stanziati da Regione Liguria, che sosterrà la realizzazione di questa e di altre importanti opere con risorse del Fondo strategico regionale destinate all’Autorità di sistema portuale. 

Oltre all’ampliamento e ammodernamento del terminal, un altro importante intervento riguarderà la pista di volo, lunga 3 km, che a marzo sarà oggetto di rifacimento. L’intervento prolungherà la vita utile della pista, prevenendone il deterioramento delle caratteristiche tecniche. L’intervento, che segue il rifacimento integrale completato nel 2001 in occasione del G8, sarà realizzato tramite alcune chiusure notturne dell’infrastruttura e 8 giorni di chiusura totale delle operazioni, programmati tra l’11 ed il 20 marzo 2022. 

La presentazione dei lavori di ampliamento e ammodernamento è stata anche l’occasione per svelare il nuovo marchio dell’Aeroporto di Genova, realizzato dall’agenzia di comunicazione Meloria. Il “Cristoforo Colombo” porta la bandiera genovese nel suo logo e diventa “Genova City Airport”: un modo per evidenziare il rapporto tra lo scalo e la sua città, ma anche la proiezione internazionale dell’aeroporto. La croce di San Giorgio si trasforma nella sagoma di un aereo, rendendola sinonimo di viaggio, cosmopolitismo e scambio tanto culturale quanto economico. Un accostamento che vuole anche rivendicare la centralità dell’aeroporto nel panorama infrastrutturale cittadino e regionale quale punto di transito privilegiato per i viaggiatori, soprattutto per quelli da e per l’estero. 

"Con il programma degli interventi straordinari del decreto Genova – afferma il presidente dell’Enac Pierluigi Di Palma - si è colta l'opportunità per realizzare importanti infrastrutture la cui definizione, prevista nel master plan aeroportuale, era programmata da tempo. Con questi interventi si potrà finalmente avere un terminal moderno che consentirà di migliorare i livelli di servizio, il comfort ed, in generale, la qualità della mobilità del passeggero in transito per lo scalo genovese. La progettazione approvata dall'Enac, inoltre, mira, come da impegno istituzionale dell’Enac, anche a far raggiungere obiettivi di efficientamento energetico, di riduzione dell’impatto ambientale ed a favorire l'utilizzo delle più moderne innovazioni tecnologiche in ambito aeroportuale".

red - 1241043

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili