Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Germania: incontro Airbus-sindacati su ristrutturazione

Il costruttore aereo vuole ripianare i debiti. La sigla Ig Metall chiede garanzie

Airbus e la federazione sindacale tedesca dei metalmeccanici, Ig Metall, oggi hanno ripreso alle ore 10:00 i negoziati per discutere sulla ristrutturazione del costruttore aereo e sulla riorganizzazione della produzione aeronautica in Germania. L'incontro si sta svolgendo ad Amburgo. Non sono previste proteste da parte dei dipendenti. 

La società Premium Aerotec, azienda tedesca controllata da Airbus che si occupa di costruzioni nel settore aerospaziale, negli ultimi 12 anni ha accumulato perdite per diversi miliardi di Euro. Per questo il costruttore europeo ha deciso di ristrutturare l'impresa e si sarebbe anche messo alla ricerca di un investitore. I dettagli del piano li offre il quotidiano locale "Augsburger Allgemeine": la produzione di alcune parti di aeromobili di grandi dimensioni saranno affidate a nuova società, la Neue Aerostructure, che si occuperà di mansioni prima svolte presso le sedi Airbus ad Amburgo e Stade, e presso gli stabilimenti di Premium Aerotec ad Augusta, Brema e Nordenham. Inoltre, scorporando alcune linee di produzione, verrà creata una nuova azienda che realizzerà piccoli componenti, che sarà venduta a un partner da individuare.

Il sindacato dei metalmeccanici Ig Metall respinge il piano e chiede garanzie per i lavoratori che perderanno il posto lavoro. Occorre - dicono - assicurare un trattamento economico di fine rapporto (Tfr), offrire una formazione per riqualificare i dipendenti e così assicurare loro un reinserimento lavorativo, garantire un sostegno economico simile a quello che in Italia è la cassa integrazione. "Solo ad Augusta sono in gioco 2.200 posti di lavoro", dicono i rappresentanti dei lavoratori. "Siamo felici di aiutare a rendere più snelle ed efficienti le strutture della catena del valore, ma organizzeremo la resistenza contro la rottura delle sedi di Airbus e Premium Aerotec".

Una settimana fa più di 10.000 dipendenti avevano partecipato a uno sciopero contro il piano di ristrutturazione di Airbus. Secondo il sindacato, ad incrociare le braccia erano stati i lavoratori di tutte le sedi interessate: quelle di Airbus ad Amburgo, Stade, Brema e Buxtehude; così come quelle di Premium Aerotec ad Augusta, Brema, Varel e Nordenham.

Gic - 1239215

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili