Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aereo militare Su-57 sarà progettato per controllare droni Okhotnik

Ne danno notizia i media della Russia

Secondo quanto riferito nelle ultime ore dai media russi, un aereo militare Su-57 di quinta generazione verrà progettato con una modifica specifica per garantire al mezzo il controllo dei droni pesanti da combattimento Okhotnik (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Si sta parlando di un’apposita variante di comando a due posti e la fase di sviluppo sarebbe (il condizionale è d’obbligo, come sempre in queste situazioni) molto avanzata. L’obiettivo è quello di consentire al velivolo delle forze armate di controllare almeno quattro droni. In questo impiego congiunto, gli Okhotnik dovranno occuparsi di diverse mansioni, a partire dai bersagli aerei e terrestri da raggiungere. 

Il Sukhoi Su-57, noto anche come T-50 durante la fase di sviluppo, è un caccia multiruolo stealth di quinta generazione di fabbricazione russa e sviluppato da Sukhoi. L’intento principale è stato subito quello di dotare le forze aerospaziali russe di un velivolo caratterizzato da superiorità aerea di nuova generazione ed in grado di condurre missioni di attacco al suolo. Tra l’altro, il mezzo di cui si sta parlando può raggiungere velocità supersoniche, senza dimenticare le apparecchiature di bordo, tra le più avanzate in assoluto. Tra le innovazioni vale la pena ricordare l’armamento che è stato posto all’interno della fusoliera. Il debutto di questi droni russi, invece, risale a quasi due anni fa, per la precisione il 3 agosto del 2019: in quel caso ci fu un volo della durata di oltre 20 minuti, mentre i decolli successivi hanno permesso di raggiungere un’altitudine pari a 1600 metri. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1238180

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili