Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Delta Air Lines in cerca di oltre mille nuovi piloti d'aereo

Campagna di recruiting del vettore aereo americano

Quasi due punti percentuali guadagnati in Borsa e poco meno di 46 dollari di valore economico per quel che riguarda i titoli azionari. Sono queste le conseguenze finanziarie del piano di recruiting del vettore aereo Delta Air Lines, intenzionato a mettere sotto contratto più di mille piloti entro la prossima estate. Alla base del programma c’è la convinzione che i volumi di viaggi aumenteranno fino a tornare ai livelli precedenti la pandemia da coronavirus, dunque il 2019 (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). L’ottimismo riguarda anche altri dati di primo piano. Ad esempio, la compagnia americana si attende un utile ante-imposte nella seconda metà del 2021, quindi nel periodo che va dal primo gennaio al 30 giugno di quest’anno; in questa maniera si andrebbero a compensare le enormi perdite di un anno fa a causa dell’emergenza sanitaria. È importante sottolineare come il 20 giugno sia stato registrato il numero più alto di viaggiatori negli Stati Uniti, 2,1 milioni per la precisione, dall'inizio della pandemia nel marzo 2020. Lo scorso mese di aprile Delta si dimostrò molto fiduciosa sul futuro che ci si sta prospettando davanti. 

Secondo l’amministratore delegato Ed Bastian, infatti, il ritorno alla redditività potrebbe essere possibile grazie all’aumento progressivo dei collegamenti aerei domestici dopo una lunghissima flessione. Marzo è stato un mese caratterizzato da un cash-flow giornaliero positivo, un dato che il manager ha enfatizzato ulteriormente perché raggiunto con il blocco ancora in vigore dei sedili centrali ed un basso livello di viaggi d’affari ed internazionali. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1237516

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili