Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aerei. Airbus e Boeing ritirano le loro reciproche denunce incrociate

La controversia riguarda i dazi doganali di Usa ed Ue

Unione europea e Stati Uniti hanno annunciato nelle ultime ore una tregua della durata pari a cinque anni per risolvere una volta per tutte un conflitto di lungo corso che ha a che fare con l’industria aeronautica, quello che divide Airbus e Boeing. La pacificazione potrebbe essere appena cominciata (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS), anche se è presto per cantare vittoria. L’intesa è stata raggiunta da Washington e Bruxelles per quel che riguarda i sussidi illegali concessi ad entrambe le industrie. Secondo quanto riferito dal presidente della Commissione Ue, Ursula Von Der Leyen, si tratta di una vera e propria svolta, visto che una controversia del genere non poteva rimanere insoluta. 

La disputa che divide Airbus e Boeing dura da poco meno di due decenni e le parti interessate hanno concordato la necessità di sospendere per appunto cinque anni le tariffe della discordia. Airbus ha accolto con favore questo passo in avanti, parlando della fissazione di “condizioni ideali per una concorrenza ideale”. La stessa industria transalpina ha sottolineato come l’accordo sia utile per evitare qualsiasi dazio doganale che possa danneggiare i soggetti coinvolti. Nel corso dell’amministrazione Trump appena terminata, gli Stati Uniti sono stati autorizzati ad imporre tasse su beni e servizi europei importati ogni anno per un valore di 7,5 miliardi di dollari; nello specifico, l’imposizione fiscale ammontava al 25% per vini e liquori, mentre al 15% per la stessa Airbus. Da quel momento Bruxelles ha imposto i propri dazi per un volume complessivo di circa 3,6 miliardi di Euro. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1237367

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili