Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Perdite pesanti per Air France-Klm nel primo trimestre 2021

Nonostante i generosi aiuti della Francia

Circa 1,5 miliardi di Euro: è questo l’ammontare complessivo delle perdite registrate dal Gruppo Air France-Klm nel corso del primo trimestre di quest’anno, il periodo compreso tra i mesi di gennaio e marzo dunque (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Le restrizioni imposte ai collegamenti aerei in tutto il mondo per via della pandemia da coronavirus hanno avuto come conseguenza questi risultati economici così negativi e l’amministratore delegato Benjamin Smith non ha potuto far altro che accettare il pesante “responso”. Secondo Smith, infatti, è passato un anno dalle prime misure per contrastare i contagi e le attività del Gruppo franco-olandese non riescono a riprendersi. Tra l’altro, il numero di passeggeri è diminuito nel trimestre iniziale del 2021 di circa tre quarti su base annua, scendendo al di sotto dei 5 milioni. Non sono serviti nemmeno i generosi sussidi ricevuti dal governo francese. All’inizio di aprile, infatti, Parigi ha erogato 4 miliardi di Euro in favore del Gruppo che controlla i vettori aerei Air France e Klm Royal Dutch Airlines. Il 25% della somma appena citata, quindi un miliardo di Euro, ha reso obbligatoria l’emissione di nuovi titoli azionari detenuti proprio dalla Nazione transalpina. Al contrario, i Paesi Bassi hanno scelto di non prendere parte alla capitalizzazione appena descritta, sottolineando come la situazione sia seria ed al limite della risoluzione. Tra l’altro, non si deve dimenticare che Bruxelles chiede a Klm la cessione dei diritti di decollo ed atterraggio che riguardano l’aeroporto internazionale di Amsterdam-Schiphol in caso di richiesta di sovvenzioni finanziarie. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236557

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili