Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aeroporto Venezia in crisi, sindacati pronti a mobilitazione

Lo scalo continua ad essere semideserto

Dodici mesi senza collegamenti aerei: non è proprio un bel bilancio quello che può vantare l’aeroporto internazionale “Marco Polo” di Venezia-Tessera (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Più di mille lavoratori sono a casa e devono fare i conti con i ritardi della cassa integrazione, senza dimenticare i tagli salariali per quel che riguarda le aziende operative in questo scalo. La protesta è dietro l’angolo e non è un caso che per la prossima settimana ci saranno le assemblee dei dipendenti attivi nell’hub veneto, con i sindacati che sono pronti alla mobilitazione. Secondo Alessandro Niero di Filt-Cgil, “tutti gli aeroporti sono in evidente e grave difficoltà per le conseguenze della pandemia sul trasporto aereo, ma non possiamo tacere il fatto che solo nell'aeroporto di Venezia le aziende chiedono la revisione dei contratti aziendali e tagliare così le buste paga dei dipendenti”. Le sigle sindacali hanno cercato di trovare l’intesa giusta in più occasioni, ma il finale è stato sempre lo stesso ed i problemi non si sono risolti. L’obiettivo è quello di evitare ulteriori conflitti in una situazione che è già grave di suo. Uno degli ostacoli principali è stato il comportamento dell’azienda Save Cargo che non ha voluto prevede nemmeno una riduzione dei salari, preferendo provvedimenti temporanei. “Per questo ora passeremo alla mobilitazione, con assemblee dei lavoratori ed iniziative che metteranno Save SpA davanti alle sue responsabilità”, ha proseguito Niero

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235735

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili