Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Israele testa con successo nuovo missile Barak ER

Sperimentato sistema di difesa aerea

Nel corso della giornata di ieri, lunedì 22 marzo 2021, la società governativa israeliana Israel Aerospace Industries ha reso noto il test avvenuto con successo per quel che riguarda un nuovo missile (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Iai ha sperimentato un sistema di difesa aerea a lungo raggio che verrà messo a disposizione delle forze armate. Di cosa si tratta nello specifico? Stiamo parlando delle prove di tiro che hanno “saggiato” le capacità del missile anti-balistico “Barak ER”, in modo da farsi trovare pronti in caso di scenari imprevisti e minacce di ogni tipo. Le due lettere ER stanno ad indicare le parole “Extended Range”: i test israeliani hanno riguardato l’intercettamento di bersagli balistici, ma non solo, visto che si è cercato di capire come sviluppare ulteriormente la difesa aerea. Entrando maggiormente nel dettaglio del razzo, la sua capacità di intercettare bersagli nemici arriva fino ad un raggio di 150 chilometri. Il raggio esteso che viene enfatizzato nel nome del nuovo sistema si riferisce anche alle capacità dei radar, senza dimenticare le altre caratteristiche peculiari. Ad esempio, questo missile è dotato di un booster, di un motore a razzo a doppio impulso e di un radar avanzato come pochi altri. Iai esiste da quasi settant’anni ed è da sempre specializzata nella fornitura di tecnologie e sistemi per terra, aria, mare, spazio ed ambito cyber. Ancora non sono stati resi noti i dettagli sui futuri utilizzi del sistema missilistico appena descritto.

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235612

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili