Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Air France, ministro Le Maire chiede aiuti sostenibili per vettore aereo

Importante incontro col commissario per il mercato interno

Nel corso della giornata di ieri, lunedì 15 febbraio 2021, Bruno Le Maire, ministro francese dell’economia, è tornato ad aggiornare la situazione relativa al vettore aereo Air France (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Anche questa compagnia, come molte altre in tutto il mondo, non se la passa bene a causa della crisi innescata dalla pandemia da coronavirus; il titolare del dicastero transalpino ha incontrato Thierry Breton, commissario europeo al mercato interno, proprio per fare il punto della situazione. Secondo Le Maire, non nuovo ad esternazioni su questa vicenda così lunga e complessa, le condizioni imposte da Bruxelles per concedere gli aiuti all’aviolinea devono essere “sostenibili”. Parigi ha più volte ribadito come sia comprensibile che ci vogliano dei rimedi per il vettore, altrimenti il sostegno pubblico da parte del governo non avrebbe alcuna ragione d’esistere. Come riportato dai media locali, dunque, la situazione è ancora in fase di stallo, nonostante non manchi un pizzico di ottimismo per la liquidità. Nei giorni scorsi è emerso come Air France potrebbe rinunciare a breve all’aeroporto parigino di Orly, non proprio una pretesa da accettare a cuor leggero, come è facile intuire. La Francia ha presentato alla Commissione europea il piano per la ricapitalizzazione concordata con il governo, vale a dire 3 miliardi di Euro. Non sembrano esserci rischi per quel che riguarda un eventuale rifiuto, fatta eccezione per gli slot in meno dei prossimi mesi. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1234890

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili