Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Alitalia-Delta: viaggiare senza quarantena Usa-Italia

Voli Covid tested in code-share da NY-"Jfk" ed Atlanta per Roma

La collaborazione tra vettori aerei Alitalia e Delta Air Lines offre ai viaggiatori l’opportunità di raggiungere l’Italia dagli Stati Uniti senza obbligo di quarantena grazie ai voli Covid tested, operati in code-share, New York-"Jfk"/Roma (Alitalia) ed Atlanta– Roma (Delta).

“Ampliando l’offerta di voli da e per l'Italia che prevedono un processo di testing alla partenza e all’arrivo, Alitalia ribadisce il proprio impegno a offrire viaggi in totale sicurezza. Siamo stati la prima compagnia ad introdurre voli Covid tested, con la tratta Roma-Milano prima, poi con i voli da New York ed adesso da Atlanta, insieme al nostro partner Delta Air Lines”, ha dichiarato Giancarlo Zeni, direttore generale di Alitalia. “Vogliamo contribuire a ridare fiducia ai viaggiatori, ricordando che l'aereo resta il mezzo di trasporto più sicuro, anche in questo periodo di pandemia. Le nostre strumentazioni ed i filtri che utilizziamo all'interno dell'aeromobile rendono la qualità dell'aria paragonabile a quella di una sala operatoria".

"L'offerta di code-share sulle nostre rotte Covid tested tra i due più grandi hub aeroportuali negli Stati Uniti ed in Italia è l'ultima iniziativa della partnership di lunga data tra Delta e Alitalia per offrire scelta e convenienza ai nostri clienti", ha affermato Perry Cantarutti, Senior Vice President Alliances and International di Delta Air Lines. "Questi programmi pilota stanno dando vita a un progetto di viaggi sicuri e senza quarantena che combinano test rigorosi con ampie misure di igienizzazione per aiutare a far ripartire su scala più ampia i viaggi internazionali e riavviare l'economia globale".

Per volare sui voli di entrambi i vettori aerei tra New York-"Jfk", Atlanta e Roma-Fiumicino, i passeggeri dovranno risultare negativi al Covid-19 sia prima della partenza che all'arrivo a Roma; un doppio controllo che esenterà i passeggeri dall’obbligo di quarantena al momento dell’ingresso in Italia. 

Anche i voli in code-share in partenza dall’Italia verso New York ed Atlanta sono Covid tested: per volare da Roma-Fiumicino, i passeggeri dovranno presentare una certificazione comprovante la negatività al Covid, oppure eseguire il test antigenico rapido direttamente all’aeroporto prima di imbarcarsi. Restano valide le limitazioni all’ingresso negli Stati Uniti e gli obblighi previsti dai provvedimenti dell’amministrazione americana. 

Ambedue le compagnie hanno messo in atto misure di prevenzione a tutti i livelli: sanificazione quotidiana dei velivoli; obbligo di indossare mascherine per tutto il viaggio per clienti e dipendenti; rinnovare l'aria a bordo con aria pulita ogni due minuti attraverso filtri Hepa che rimuovono le particelle virali.

L’aeroporto romano di Fiumicino, gestito da Aeroporti di Roma, è tra i pochi al mondo ad aver ottenuto la valutazione massima di cinque stelle da "Skytrax" sui suoi protocolli sanitari anti-Covid. Lo scalo serve oltre 40 milioni di passeggeri all'anno ed è stato valutato come miglior hub d'Europa per il terzo anno consecutivo da Airports Council International.

red - 1234607

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili