Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Interrogazione sui due incidenti aerei ultraleggeri vicino Roma ed Ansv

Quali iniziative adottare per approfondire sicurezza comparto volo diportistico

Presentata dall'onorevole Carmela Grippa (M5S)

"Al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti.

Per sapere, premesso che:

nelle scorse settimane si è appreso dalla stampa di due tragedie che hanno coinvolto due ultraleggeri, aereli destinati esclusivamente al volo da diporto. In ultimo, e a pochi giorni dal velivolo biposto che si è inabissato nel Tevere a Roma, un ultraleggero con a bordo due giovani promesse del nuoto è precipitato pochi secondi dopo il decollo a Nettuno, a pochi chilometri dalla capitale. Per i due atleti non c'è stato nulla da fare. Toccando terra il piccolo aereo si è incendiato ed in pochi istanti è stato completamente avvolto dalle fiamme. Le due vittime, il pilota Gioele Rossetti, 23 anni romano, ed il passeggero Fabio Lombini, 22enne di Castrocaro Terme, erano atleti della Fin e Lombini era stato finalista anche agli europei di vasca corta a Copenaghen;

sul sito web istituzionale (www.ansv.it) dell'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ad oggi è possibile consultare solo il 'Rapporto informativo sull'attività svolta e sulla sicurezza dell'aviazione civile in Italia - Anno 2019'. Esso fa il punto sull'attività svolta dall'Ansv nel periodo 1° gennaio-31 dicembre 2019 e sul livello generale di sicurezza dell'aviazione civile in Italia, così come previsto dall'articolo 4, paragrafo 5, del regolamento (Ue) n. 996/2010;

tra le informazioni più significative contenute nel rapporto in questione si segnalano le seguenti: nel 2019, l'Ansv ha aperto 36 inchieste di sicurezza per incidenti/inconvenienti gravi, occorsi, in Italia, ad aeromobili civili; giova ricordare, in proposito, che un evento investigato non è sempre necessariamente catastrofico. Ansv ha altresì accreditato propri investigatori in 54 inchieste di sicurezza aperte da autorità investigative straniere a seguito di incidenti/inconvenienti gravi, occorsi all'estero, ad aeromobili civili di interesse italiano (cioè iscritti nei registri italiani o progettati/costruiti in Italia o eserciti da operatori nazionali);

il 17 novembre 2010 è entrato in vigore, con decreto del presidente della Repubblica 9 luglio 2010, n. 133, il nuovo regolamento di attuazione della legge 25 marzo 1985, n. 106, concernente la disciplina del volo da diporto o sportivo pubblicato in (Gazzetta ufficiale, serie generale, n. 193 del 19 agosto 2010 - Supplemento ordinario n. 197)–:

se il ministro interrogato sia a conoscenza di quanto esposto in premessa e quali iniziative di competenza ritenga di adottare per approfondire la sicurezza del comparto del volo diportistico nonché per chiarire le modalità dell'accaduto, anche tramite il coinvolgimento degli enti preposti alla regolamentazione, al controllo e alla sicurezza dei voli civili e, in particolare, per accertare: la proprietà dell'ultraleggero, le manutenzioni, le revisioni, i collaudi e le omologazioni dello stesso; il soggetto alla guida, il conseguimento ed il mantenimento delle idonee abilitazioni al volo da parte di quest'ultimo;

se non ritenga di avviare eventualmente una riflessione sulla necessità di adottare iniziative per modificare la normativa vigente in materia, rispetto al peso del velivolo ed alle prescrizioni di sicurezza da rispettare prima di ogni impiego". (5-04218)

red - 1230512

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili