Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Russia: Aviastar-SP taglia gli stipendi?

Il costruttore d'aerei, nel mirino delle autorità, nega. Dipendenti in fermento

Il costruttore d'aerei russo Aviastar-SP è nel mirino delle autorità inquirenti dopo una serie di dichiarazioni rilasciate in rete e alla stampa nazionale dai suoi dipendenti, i quali lamentano un prossimo taglio degli stipendi (pare fino al 50%) nello stabilimento di Ulyanovsk, "annunciato" loro dalla direzione. A questo tam-tam mediatico Aviastar-SP ha ribattuto che finora i salari sono stati pagati con regolarità e per intero, ma che in conformità con le normative vigenti, l'industria intende rivedere il sistema salariale a partire dal 1° luglio prossimo, ritoccando al rialzo gli stipendi dei principali addetti alla produzione, ed il bonus mensile massimo dal 40 al 110%, a seconda del volume di lavoro. 

Il timore dei dipendenti è che il nuovo sistema vada a privilegiare la busta paga di pochi portando una pesante riduzione nel salario della maggioranza, vista anche la diminuzione della domanda di aerei provocata dalla crisi del trasporto aereo causa pandemia. Ispettori si sarebbero quindi recati nell'impianto per verificare se si prefiguri una violazione dei diritti dei lavoratori. Aviastar-SP nella fabbrica di Ulyanovsk  (sembra la più grande al mondo in fatto di produzione di aeromobili), produce gli aerei cargo Antonov An-124 Ruslan, quelli civili da trasporto medio Ilyushin Il-76MD/90A , e ad esclusione dei Tu-214, l'intera famiglia dei Tupolev Tu-204.

NDub - 1229603

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili