Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Può ripartire la manutenzione aeronautica Ateco 33.16.00

Dpcm integrato grazie ad un articolo di AVIONEWS

È con particolare soddisfazione che AVIONEWS comunica che le forze di Governo ed Enac (Ente nazionale aviazione civile) interverranno nel prossimo Dcpm, atteso a giorni, per consentire oltre alle attività di trasporto aereo codice Ateco 51, anche quelle delle officine di riparazione e manutenzione aeromobili categoria Ateco 33.16.00.

AVIONEWS aveva pubblicato il 31 marzo quella che a tutti gli effetti s'è rivelata una svista comprensibile nell'attuale situazione (vedi notizia).

In pratica le norme contenute nel Dpcm del 22 marzo 2020 consentono le attività di trasporto aereo codice Ateco 51 ma non le attività lavorative delle officine di riparazione e manutenzione aeromobili categoria Ateco 33.16.00, impedendo quindi ai meccanici, specializzati e qualificati con particolari norme, di intervenire sugli aerei che stanno effettuando attività di volo compresi quelli della protezione civile.

La notizia raccolta da AVIONEWS presso gli operatori e pubblicata ha chiarito il tema edabbiamo ricevuto assicurazioni confortanti che il prossimo Dpcm includerà anche le attività di manutenzione aeronautica.

AVIONEWS ricorda che, ferme o quasi le compagnie aeree di grandi dimensioni, molte piccole aziende di aerotaxi ma anche privati continuano ad effettuare voli per il trasporto privato di ammalati o per altre cause di forza maggiore e molte aziende aeronautiche continuano in sicurezza le operazioni di test dei propri prototipi.

In questo caso i velivoli hanno bisogno di manutenzione continua. Ma anche se rimangono fermi a terra, ricorda AVIONEWS, gli aeroplani devono essere manutenuti.

A solo titolo di esempio non esaustivo ricordiamo che un aereo di aviazione generale che rimanga fermo per un mese senza adeguata manutenzione deve essere sottoposto ad un ciclo di manutenzione straordinaria con costi e difficoltà certamente non auspicabili in questo difficile momento di crisi.

AVIONEWS ringrazia il Governo ed Enac per l'attenzione ricevuta e la sensibilità dimostrata nei confronti di una categoria certamente minore per numeri e dimensioni finanziarie, ma non meno importante per la struttura aeronautica italiana.

AVIONEWS continuerà a svolgere la sua attività di informazione perché il settore dell'aviazione, dalle grandi compagnie ai privati che praticano gli sport del volo, possa tornare efficiente e volano per il resto delle attività produttive e sportive del Paese.

gen - 1228926

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili