Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Processo volo MH17 Malaysia: Mosca invoca l'imparzialità dei giudici

"Le accuse mosse alla Russia circa l'abbattimento dell'aereo sono infondate"

In merito al processo in corso a due passi dall'aeroporto di Bruxelles-Schiphol, che vede alla sbarra tre russi e un separatista ucraino, accusati di essere i responsabili del lancio del missile Buk che il 17 luglio del 2014 nei cieli ucraini abbatté un aereo B-777/200ER, volo MH-17  di Malaysia Airlines, uccidendo tutte le 298 persone a bordo, da Mosca è intervenuta oggi Maria Zakharova, portavoce del ministero degli esteri, che perorando la causa dei connazionali e della Nazione ha dichiarato: "Le prove relative al coinvolgimento del nostro Paese nella catastrofe non hanno fondamento e sono basate su fonti dubbie". La Russia auspica "un procedimento giudiziario imparziale e indipendente, con un'analisi approfondita di tutti i fatti". E ancora: "Non intendiamo pregiudicare la sentenza del tribunale olandese. Chiediamo però che tutte le informazioni disponibili siano riviste in modo imparziale, non solo le argomentazioni dei querelanti. Se il tribunale è veramente indipendente e imparziale, dovrà rivedere a fondo tutte le circostanze nella loro interezza, e tutti i punti oscuri che ancora fanno da alone a questa tragedia".

L'aereo Malaysia era decollato da Schiphol alla volta di Kuala Lumpur, e volava nei cieli dell'Oblast ucraino di Donetsk quando fu abbattuto. All'epoca tra Russia ed Ucraina era in atto quella che fu denominata la Guerra del Donbass, scatenata da un  gruppo separatista ucraino filorusso con l'appoggio militare di Mosca. Sul processo vedi notizia AVIONEWS.    


CTim - 1228454

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili