Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Droni contro la malaria in Africa

Un programma di disinfestazione a Zanzibar

I droni saranno utilizzati nella lotta alla malaria a Zanzibar, al largo della costa della Tanzania. Gli aeromobili a pilotaggio remoto spruzzeranno un gel a base di silicone sulle risaie, sulle grandi distese di acqua stagnante dove gli insetti portatori della malattia depongono le loro uova. Nella speranza che ciò diminuisca in modo significativo il numero delle anofele nella zona, la sostanza impedirà alle uova di schiudersi e le larve vi rimarranno intrappolate: senza il fluido diventerebbero vettori malarici. 

“Il nostro obiettivo è di ridurre l’incidenza di questa malattia allo zero entro il 2023“, ha dichiarato Abdullah Suleiman Ali, capo del progetto "Malaria Elimination Program" in Africa.

"La disinfestazione tramite droni è un modo relativamente economico per impedire alle zanzare di riprodursi", ha affermato Bart Knols, entomologo medico e ricercatore del programma ed ha aggiunto: "Il liquido che verrà usato è stato testato a livello internazionale ed è risultato innocuo per gli altri organismi e privo di tossicità".

Negli ultimi 10 anni Zanzibar, con una popolazione di 1,2 milioni di persone, ha intrapreso diversi metodi per combattere la malaria; migliaia di zanzariere ed insetticidi sono stati distribuiti dal governo.

RC3 - 1225636

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili