Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Iran: annunciato nuovo passo contro accordo nucleare

Mercoledì iniezione di gas nelle centrifughe

Oggi il presidente iraniano Hassan Rouhani in un discorso trasmesso in diretta sulla tv di Stato, ha annunciato che mercoledì 6 novembre inietterà gas in 1044 centrifughe presso il suo stabilimento di Fordow. Si tratta di un nuovo passo che allontana ulteriormente Teheran dall'accordo nucleare del 2015 già annunciato come protesta contro i restanti Paesi firmatari del Piano d'azione congiunto globale (Pacg). 

"Non possiamo accettare unilateralmente di adempiere ai nostri impegni se gli altri non li rispettano" ha affermato Rouhani. Ed ha aggiunto: "Quando manterranno le loro promesse toglieremo di nuovo il gas, quindi non si tratta di una decisione irreversibile".

Già ieri l'Iran aveva dichiarato di aver aumentato di circa 10 volte la sua produzione quotidiana di uranio (vedi AVIONEWS).

Secondo il patto, alla Repubblica islamica è permesso far girare le centrifughe a Fordow senza poter iniettare gas.

Il Piano d'azione congiunto globale (acronimo Pacg, in inglese Joint Comprehensive Plan of Action) è un trattato internazionale sull'energia nucleare in Iran che è stato stipulato a Vienna il 14 luglio 2015 tra Iran, Cina, Russia, Stati Uniti, Germania ed i Paesi dell'Unione europea. In base all'accordo, l'Iran ha accettato di eliminare le sue riserve di uranio a medio arricchimento, e di tagliare del 98% quelle a basso arricchimento, di ridurre di due terzi le sue centrifughe a gas e per i successivi quindici anni potrà arricchire l'uranio solo al 3,67%. Teheran ha inoltre pattuito di non costruire alcun nuovo reattore ad acqua pesante per lo stesso periodo, le attività saranno limitate ad un singolo impianto utilizzando centrifughe di prima generazione per dieci anni ed altre piattaforme saranno convertite per evitare il rischio di proliferazione atomica. Per monitorare e verificare il rispetto dell'accordo, l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) ha regolare accesso a tutti le strutture iraniane. L'accordo prevede che in cambio del rispetto dei suoi impegni, l'Iran avrebbe ottenuto la cessazione delle sanzioni economiche imposte dagli Stati Uniti, dall'Unione europea e dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a causa del suo programma nucleare.

RC3 - 1225549

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili