Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Interrogazione sulla chiusura aeroporto di Linate

Presentata dall'onorevole Leonardo Tarantino (Lega)

"Al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti. 

Per sapere, premesso che:

alla luce dei lavori di ristrutturazione che interessano l'aeroporto di Milano-Linate dal 27 luglio al 26 ottobre 2019, i voli diretti allo stesso scalo sono trasferiti a quello di Milano-Malpensa (cosiddetto 'bridge');

negli scorsi mesi si sono tenuti una serie di incontri tecnici, a cui hanno preso parte rappresentanti delle commissioni aeroportuali, gli amministratori locali interessati dal traffico aereo dell'aeroporto di Malpensa, rappresentanti di Enac (Ente nazionale aviazione civile) e talvolta anche rappresentanti della prefettura di Varese, per definire lo scenario di volo per il 'bridge', al fine di raggiungere una soluzione quanto più condivisa che soddisfacesse tutte le condizioni di sicurezza e di gestione del traffico aereo, soprattutto per ridurre i problemi legati alle emissioni rumorose per i territori circostanti;

ogni possibile soluzione è stata valutata da una task force composta da Enac Malpensa, Enac Roma, Enav (Società nazionale assistenza al volo) e Sea (quest'ultima quale gestore dello scalo);

lo scenario di volo definito all'esito degli incontri della commissione aeroportuale istituita appositamente (ai sensi dell'articolo 5 del decreto interministeriale 31 ottobre 1997), benché non del tutto condiviso dagli amministratori locali dei territori interessati, è stato oggetto di ulteriori modifiche temporanee ma comunque peggiorative per quest'ultimi territori; in particolare, la direzione generale di Enac ha deciso che, fino al 5 agosto 2019, tutti i decolli avverranno dalla pista 35R e tutti gli atterraggi dalla pista 35L, per consentire al sistema Ats (Air Traffic Service) di adattarsi gradualmente ai volumi di traffico notevolmente incrementati, utilizzando uno scenario operativo semplificato;

la decisione, sia rispetto allo scenario operativo definitivo, sia rispetto alle modifiche da ultimo apportate, è stata assunta senza prendere in considerazione le istanze provenienti dai territori e dai relativi amministratori locali;

le modifiche, a giudizio dell'interrogante apportate senza adeguate comunicazioni preventive in merito non considerano in alcun modo la ricaduta che il traffico aereo porterebbe ai territori maggiormente coinvolti, in particolare:

un superamento di ogni limite dei valori di inquinamento acustico ed atmosferico;

un peggioramento significativo della qualità della vita delle popolazioni coinvolte, già pesantemente sottoposte a stress quotidiano derivante dal sorvolo di aeromobili in scenari che prevedono una fascia di silenzio–:

se sia a conoscenza di quanto esposto in premessa e come intenda adoperarsi, per quanto di competenza e con sollecitudine, affinché le autorità aeroportuali rivedano gli scenari operativi (a regime e provvisori) predisposti per il 'bridge' del traffico aereo da Linate a Malpensa". (4-03422)

red - 1223518

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili