Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Venezuela: chiuso lo spazio aereo ai confini

Interdizione vale per le isole olandesi, il Brasile e la Colombia

Oltre ad aver chiuso il confine terrestre e aver interdetto lo spazio aereo con Brasile e Colombia, il governo del Venezuela ha deciso di chiudere anche la frontiera marittima ed aerea con le isole Aruba, Bonaire e Curaçao appartenenti al Regno dei Paesi Bassi. Una decisione presa da Caracas su spinta del presidente Nicolás Maduro impegnato nella lotta politica con il presidente dell'assemblea nazionale Juan Guaidó (proclamato come presidente ad interim), soprattutto è una misura che servirà per "proteggere la sovranità nazionale di fronte a potenziali incursioni non autorizzate". Questo perché gli Stati Uniti, ma anche i Paesi Bassi, il Brasile e la Colombia, hanno dato la disponibilità a inviare aiuti umanitari per la popolazione del Venezuela, ridotta alla fame dall'iperinflazione e dalla scarsa disponibilità di beni di prima necessità, mandando aerei militari e camion carichi di medicine e generi alimentari nelle zone vicine al confine venezuelano; ma per Maduro questi "aiuti" nasconderebbero anche armi e uomini che avrebbero lo scopo di rovesciare il suo governo per insediare Guaidó

M/A - 1218988

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl