It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Audizione Camera Alitalia (2). Leogrande: "Zeni nuovo direttore generale"

Preoccupazione generale per la situazione ancora nebulosa

Acceso confronto alla Camera durante l'audizione con il nuovo commissario di Alitalia Giuseppe Leogrande (vedi AVIONEWS). I deputati hanno descritto l'intervento dell'avvocato piuttosto limitato considerata la situazione allarmante dell'ex-vettore aereo di bandiera. Perplessità alimentate anche dal fatto che la sola notizia certa è la nomina di Giancarlo Zeni come nuovo direttore generale Alitalia (vedi AVIONEWS)".

Dubbi che sono sorti anche a causa di un esordio sulla difensiva: Leogrande ha premesso che la sua formazione non è di tipo manageriale ma legale. "Sono un avvocato con esperienza nelle procedure concorsuali e nell'amministrazione straordinaria. Per la parte industriale mi dovrò avvalere di altre figure con competenze specifiche. Insieme al nuovo presidente metteremo mano al piano industriale. Dobbiamo uscire dalla situazione di crisi. Il vettore aereo italiano ha raggiunto importanti risultati riguardo puntualità e sicurezza. Secondo ricerche statistiche Alitalia è la seconda compagnia più puntuale d'Europa" (vedi AVIONEWS). Il presidente ha comunicato che il suo compito sarà affrontare diversi campi di azione tra cui adottare misure efficientamento per ridurre le perdite e rendere più appetibile la compagnia con azioni come la rinegoziazione dei contratti pendenti, il monitoraggio dei costi, ma esistono aree nelle quali è quasi impossibile intervenire come le spese carburante, gli oneri aeroportuali ed il cuneo fiscale.

Maurizio Lupi (gruppo misto - Noi con l'Italia - Usei - Cambiamo! - Alleanza di centro) si è dichiarato allibito dalla relazione del nuovo presidente. "Stiamo chiedendo la conversione di 400 milioni di Euro. Abbiamo assistito in passato ad una cosa inaudita nel Parlamento dove il senatore Lupo (M5S) durante un'intervista ha affermato che è già pronto l'accordo con Lufthansa. Oggi si viene a sapere che Lufthansa è solo interessata ad una partnership commerciale (vedi AVIONEWS), non abbiamo ancora un piano industriale ed oggi ci dice che nomina un direttore generale? Con quale criteri è stato scelto?".

Urgente la necessità di una maggiore trasparenza riguardo la situazione di cassa del vettore aereo italiano. Anche se Leogrande ha sottolineato: "Le società poste in amministrazione straordinaria sono esonerate dal redigere il bilancio, sono coperte quindi da una norma di legge".  Ha però aggiunto che lavorare su una migliore chiarezza rispetto ai risultati aggiunti è in programma così come il bisogno di creare un polo aggregativo, la conservazione dell'occupazione, lo sviluppo degli hub. Il commissario ha concluso raccontando che fece il primo viaggio intercontinentale con Alitalia dove non "si è sentito trasportato, ma accompagnato" ed ha invitato gli attori coinvolti nella compagnia a mettercela tutta perché "questo è un momento decisivo in cui dobbiamo remare dalla stessa parte". 

Preoccupata la reazione della Camera in vista del fatto che ad oggi ancora non si ha alcun abbozzo di piano industriale: Giorgio Mulè (Forza Italia) chiede se il 31 maggio sarà rispettato. Fassina (Leu) ha ribadito la sua posizione secondo la quale la nazionalizzazione sarebbe una soluzione preferibile.

RC3 - 1226890

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar