It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Amazzonia divorata dalle fiamme: immagini da Copernico e dalla Nasa

Record di incendi nel 2019 - FOTO

Il polmone della Terra continua a bruciare senza sosta: denunciato dall'Istituto nazionale di ricerche spaziali del Brasile (Inpe) il triste record del 2019 con 72.843 incendi che stanno devastando l’Amazzonia. La più grande foresta pluviale del pianeta, sede di innumerevoli specie di fauna e flora, produce il 20% dell'ossigeno nell'atmosfera terrestre ed ha un ruolo cruciale nel contenere il riscaldamento globale.

Il programma satellitare europeo di osservazione della terra Copernicus ha pubblicato una mappa che mostra gli incendi che si stanno diffondendo lungo tutto il Brasile sulla costa atlantica orientale. Anche la Nasa ha diffuso le immagini. Il fumo ha coperto quasi la metà del Paese, si sta riversando nel vicino Perù, Bolivia e Paraguay ed ha raggiunto San Paolo: la giornalista del “New York Times” Shannon Sims ha pubblicato alcune foto il 20 agosto che mostrano un cielo nero come la pece ed il sole coperto da fumo e cenere.

Sempre Inpe aveva reso pubblico solo pochi giorni fa il preoccupante aumento della deforestazione (circa due campi da calcio della foresta pluviale amazzonica vengono distrutti ogni minuto ogni giorno) e viste le critiche giunte di conseguenza al governo brasiliano, Jain Bolzonaro, presidente dell’Amazzonia, ha licenziato in tronco a luglio il direttore dell’istituto Ricardo Galvao 71enne fisico ed ingegnere che ha dichiarato in una riunione all’università di San Paolo (Usp): “Gli scienziati non possono tacere, dobbiamo dimostrare la nostra forza, non possiamo abbassare la guardia”.

Photo gallery Amazzonia dal programma di osservazione europeo Copernicus Immagini dal New York Times della città di San Paolo coperta dal fumo Immagini Copernicus dell'Amazzonia
RC3 - 1223789

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl