It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Perdita radiazioni in Russia dopo esplosione struttura test missilistici balistici

ll fantasma del nucleare nei giorni dell'anniversario di Hiroshima e Nagasaki

A due giorni dall'anniversario del disastro Hiroshima (vedi AVIONEWS), un giorno prima da quello di Nagasaki, mentre il turismo nero verso Chernobyl si fa sempre più intenso (vedi AVIONEWS) ed il mondo cerca di tenere i fili di un delicato equilibrio che tiene a bada lo spettro di una possibile guerra nucleare, un'enorme esplosione di un motore a reazione in una base militare russa, di sottomarini atomici dove si effettuano test missilistici, ha ucciso due uomini, provocato una perdita di radiazioni e quattro persone sono rimaste ferite. Un’eliambulanza è stata inviata sul luogo dell’incidente nel villaggio di Nenoksa, vicino al distretto di Severodvinsk, a Arkhangelsk.

Una fonte di "Ria news" ha affermato: "Gli ospedali nella regione di Arkhangelsk sono pronti ad accogliere i feriti nell'incidente".

Inizialmente i funzionari russi hanno cercato di minimizzare la perdita di radiazioni, affermando che i livelli erano normali: "Durante il collaudo di un motore a getto si è verificata un'esplosione che ha causato il ferimento di sei funzionari del ministero della difesa e rappresentanti delle società di sviluppo. Due specialisti sono morti. Non ci sono stati prodotti chimici nocivi rilasciati nell'atmosfera".

Solo successivamente le autorità regionali hanno ammesso che c'era stato un picco, seppur di breve durata, dei livelli di radiazione.

RC3 - 1223643

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl