It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Nato. Stoltenberg: preoccupa politica Iran su missili e nucleare

Iran. Rouhani: "Casa Bianca mentalmente ritardata"

 Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg rispondendo ai giornalisti nella conferenza-stampa prima della ministeriale della difesa prevista per domani e dopodomani a Bruxelles, in merito alla preoccupante escalation nella crisi fra Usa e Iran, specie dopo l'abbattimento dell'aereo drone della marina americana avvenuto nei giorni scorsi nello Stretto di Hormuz, ha dichiarato: "Preoccupa la situazione nel Golfo e le attività destabilizzanti dell'Iran, ma anche il suo programma missilistico e le attività sul nucleare. Tutti gli alleati condividono questa preoccupazione". Il segretario ha auspicato che il tema venga dibattuto nella due-giorni anche se non è nell'agenda della ministeriale. 

Intanto prosegue il botta e risposta fra Stati Uniti e Iran, Da un lato il presidente Trump, che dopo aver minacciato un intervento di tipo militare ci ha ripensato, ed ha ordinato secondo quanto annunciato in un tweet, un attacco cibernetico sui sistemi di controllo dei missili iraniani. Pronto il tweet di rimando del ministro delle Telecomunicazioni iraniano Mohammad Javad Azari Jahromi, che negandone l'efficacia ha detto: "Nessun attacco è stato condotto con successo. Non temiamo i cyber-attacchi americani" (vedasi anche AVIONEWS). 

Ma nel frattempo il capo della Casa Bianca ha emanato un ordine esecutivo che impone nuove sanzioni che mirano a negare l’accesso alle istituzioni finanziarie internazionali alla guida suprema della Repubblica islamica, Ali Khamenei, e ai suoi stretti collaboratori. Le sanzioni dimostrano la "disperazione"  dell'amministrazione statunitense, ha risposto il presidente iraniano Hassan Rouhani, definendo la Casa Bianca "mentalmente ritardata". L'ultima battuta è spettata al portavoce  del ministero degli esteri, Abbas Mousavi: "Imporre sanzioni inutili al leader supremo dell'Iran Ali Khamenei e al comandante della diplomazia iraniana, il ministro degli esteri Mohammad Javad Zarif, significa la chiusura definitiva del canale diplomatico".

CTim - 1222538

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Related
Similar