It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Messico, ancora in vendita l'aereo presidenziale

I soldi andranno a finanziare i provvedimenti anti-immigrazione

I profitti che il Messico ricaverà dalla vendita delll'aereo presidenziale, un Boeing 787 Dreamliner, saranno utilizzati per finanziare il piano di contrasto all'immigrazione illegale. La decisione è arrivata dopo l'accordo imposto dagli Stati Uniti, sotto la minaccia dei dazi (vedi AVIONEWS), per contrastare la migrazione dai Paesi centroamericani verso gli States proprio attraverso il Messico.

Il velivolo era stato messo sul mercato nei mesi scorsi, insieme ad altri aerei ed elicotteri un uso allo Stato (vedi AVIONEWS). In campagna elettorale il presidente Andres Manuel Lopez Obrador aveva promesso che la vendita sarebbe servita a sostenere misure a sostegno dei più indigenti, ma ora i ricavi saranno dirottati nel contrasto all'immigrazione. Donald Trump ha concesso un tempo di 45 giorni per frenare il flusso di migranti, prima di richiedere misure ancor più aspre. Per rispettare gli impegni presi con la Casa Bianca, il governo messicano sta schierando 6 mila unità della Guardia Nazionale al confine meridionale con il Guatemala.

Dalla vendita Lopez Obrador si aspetta di ricavare una cifra intorno ai 150 milioni di dollari. Il B-787 Dreamliner, ora fermo in un hangar della California, fu acquistato nel 2012 per 370 milioni di dollari. 


DDB - 1222227

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl