It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Interrogazione su missione Sophia

E politiche di difesa e sicurezza europee

Presentata dal senatore Alessandro Alfieri (Pd)

"Ai ministri degli Affari esteri e della cooperazione internazionale e della Difesa. 

Premesso che, a quanto risulta agli interroganti:

in data 27 marzo 2019 è stata approvata dal Comitato politico e di sicurezza della Ue, Cops, una proroga di ulteriori sei mesi della missione internazionale 'Eunavformed', nota come operazione 'Sophia'. La proroga comporterebbe, tuttavia, un congelamento della missione, a fronte della decisione assunta dal Cops di ritirare le navi dal Mar Mediterraneo;

pertanto, le uniche attività a proseguire saranno quelle di pattugliamento aereo e di addestramento e supporto alla guardia costiera libica. Il comando della missione continuerà ad essere affidato all'Italia che, su ordine del Cops, ritirerà le navi attualmente in mare;

in merito alle modalità seguite nel rinnovare la proroga, la portavoce della Commissione europea, Maja Kocijancic, ha dichiarato: 'Sophia è una missione navale ed è chiaro che senza navi in mare la missione non potrà adempiere pienamente al suo mandato';

dello stesso tenore le parole espresse dalla commissaria per i diritti umani del Consiglio d'Europa, Dunja Mijatovic, che ha affermato: 'Prendo nota della decisione del Comitato politico e per la sicurezza delle Ue riguardo all'operazione Sophia. Mi rammarico del fatto che questo condurrà a una ancora maggiore diminuzione delle unità navali nel Mediterraneo che possono assistere il salvataggio delle persone in difficoltà'. Dunja Mijatovic, ha inoltre, evidenziato che: 'ci sono ancora persone che muoiono nel Mediterraneo, e che questo dovrebbe portare gli Stati ad assicurare sufficienti risorse per salvare vite umane, (...) la decisione di continuare solo con la sorveglianza aerea e la formazione della guardia costiera libica aumenta ulteriormente il rischio che gli Stati Ue, direttamente o indirettamente, contribuiscano al ritorno di migranti e richiedenti asilo in Libia, dove è ben documentato che sono vittime di serie violazioni dei diritti umani';

considerato che in data 10 luglio 2018 gli interroganti hanno presentato l'atto di sindacato ispettivo 3-00070, chiedendo al Governo quali fossero i suoi intendimenti rispetto alla citata missione 'Sophia'. Rispondendo in 3a Commissione permanente (Affari esteri, emigrazione) in data 18 luglio 2018, all'atto di sindacato ispettivo, il sottosegretario di Stato, Emanuela Del Re, aveva sottolineato come 'Eunavformed Sophia abbia una rilevanza strategica fondamentale per l'Italia',

si chiede di sapere:

quali siano le valutazioni dei ministri in indirizzo in merito ai fatti esposti in premessa;

quali iniziative il Governo intenda intraprendere al fine di garantire che il venir meno di un presidio strategico per la sorveglianza in aree cruciali non comporti una ricaduta negativa per la sicurezza del nostro Paese;

quali iniziative intenda, altresì, intraprendere, anche attivandosi presso i nostri partner europei, al fine di garantire che il sostanziale vanificarsi della missione 'Sophia' non comporti un arresto nello sviluppo delle politiche di difesa e sicurezza europee". (3-00747)

red - 1220570

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl