It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Interrogazione su carenza organico nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco

Cui sono stati affidati anche compiti antincendio boschivo con mezzi di terra e aerei

Presentata dall'onorevole Francesco D'Uva (M5S)

"Al ministro dell'Interno. 

Per sapere, premesso che:

la carenza di organico nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco, causata per lo più dal blocco del turnover, è giunta a un tale livello di criticità da rischiare l'efficacia e l'efficienza dei compiti ad esso assegnati;

invero, con il 'decreto Madia', il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, oltre ai compiti già in precedenza assegnati, si è visto attribuire le competenze in materia di lotta attiva contro gli incendi boschivi (Aib), comprese quelle inerenti all'ausilio di mezzi da terra ed aerei, il coordinamento delle operazioni di spegnimento e la partecipazione alla struttura di coordinamento nazionale ed a quelle regionali;

inoltre, con decreto ministeriale n. 284 del 19 dicembre 2018, è stato indetto un bando di concorso a n. 1144 posti di capo squadra, che porterà ulteriori criticità dettate dalla carenza di unità operative nel ruolo di vigile del fuoco;

da ultimo, con l'articolo 2 del decreto legislativo 6 ottobre 2018, n. 127, è stato previsto che il corso di formazione per allievi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco preveda una durata di complessivi 9 mesi (6 mesi di corso + 3 mesi di applicazione pratica), invece dei 7 mesi totali previsti in precedenza–:

se il ministro interrogato, al fine di superare la grave carenza di organico che affligge il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, intenda assumere iniziative atte ad accelerare l'inserimento in organico di nuove unità operative, al fine di affrontare al meglio tutte le competenze ad esso assegnate".  (4-02633) 

red - 1220569

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl