It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Interrogazione su rilancio Alitalia

E su ruoli di Fs, Delta, easyJet, Mef, tempi e condizioni

Presentata dall'onorevole Diego Sozzani (FI)

"Al ministro dell'Economia e delle finanze, al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti. 

Per sapere, premesso che:

il 13 febbraio 2019 Ferrovie dello Stato italiane dopo aver ricevuto dalla statunitense Delta Air Lines e dalla britannica easyJet una manifestazione di interesse non vincolante per l'acquisizione di circa il 30-40 per cento del capitale della nuova Alitalia, ha aperto ad una trattativa con i due vettori aerei per la costituzione della newco presso cui trasferire le attività dell'attuale compagnia in amministrazione straordinaria;

tale trattativa escluderebbe, in linea teorica, quella con il vettore Lufthansa, almeno in attesa della presentazione da parte delle due compagnie di volo di un piano industriale propedeutico a quello più ampio di salvataggio dell'ex-compagnia di bandiera italiana;

tale piano, secondo le ricostruzioni dei quotidiani, dovrebbe aggirarsi su un valore pari a 800 milioni di Euro di capitale e una flotta composta da circa 105 velivoli. Attualmente Alitalia conta invece una flotta di 118 aerei;

secondo quanto riportato da notizie di stampa durante l'incontro svoltosi il 20 febbraio successivo tra Ferrovie dello Stato italiane, Delta Airlines ed easyJet, sarebbero emerse perplessità;

nella medesima giornata, durante lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata svoltesi alla Camera dei deputati, anche il ministro dell'Economia e delle finanze, Giovanni Tria, avrebbe messo in dubbio l'operazione di rinazionalizzazione di Alitalia annunciando che lo Stato sarà mero creditore nelle operazioni e non socio al 51 per cento della compagnia, come peraltro annunciato dal ministro delle Infrastrutture e dei trasporti;

corrobora tale raffreddamento nelle intenzioni del Governo anche la decisione optata da Fabrizio Palermo di ritirare l'offerta di Cassa depositi e prestiti, mentre Ferrovie dello Stato italiane non ha ancora chiarito quante risorse intende approntare per il nuovo capitale sociale che, secondo le stime ad oggi necessiterebbe di circa 2 miliardi di Euro, dei quali 900 milioni sarebbero da restituire per il prestito-'ponte' e 1100 milioni per l'acquisto di nuovi aerei, soprattutto per le lunghe tratte;

la stessa easyJet poi avrebbe sollevato dubbi sull'operazione non dichiarando, a differenza di Delta, a quanto corrisponderebbe in realtà la porzione di capitale a cui accedere;

non esiste quindi attualmente alcun piano industriale da parte dei quattro possibili nuovi soci di Alitalia –:

con quali tempistiche e con quali modalità la nuova compagnia Alitalia sarà rilanciata;

con quali condizioni finanziarie e commerciali Delta Airlines ed easyJet entrerebbero nel capitale sociale della nuova compagnia;

quale ruolo avrà il ministero dell'Economia e delle finanze nella compagine societaria e nella gestione della nuova compagnia aerea". (3-00557)

red - 1219382

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Similar